Festa dei Ceri

Corsa dei Ceri 2017: Sant’Ubaldo cade rovinosamente alla fine del primo tratto

La Corsa dei Ceri 2017 verrà certamente ricordata per l’incredibile caduta del Cero di Sant’Ubaldo in fondo a Via Cairoli.

Le cadute di Sant’Ubaldo, proprio perché rare, destano sempre molto scalpore e la dinamica di quest’ultima ne ha tutti i presupposti, essendo avvenuta a pochi metri dalla sosta. È paradossale pensare come forse l’unica muta di Sant’Ubaldo che sia riuscita a staccare San Giorgio in città, sia stata coinvolta in una così grande débâcle.

Da sottolineare che, a causa della caduta, la statuina del Santo è andata praticamente distrutta e si è resa necessaria la sostituzione con una prelevata in Taverna.

Al di là di questo importante imprevisto, non è stata certamente un’annata da ricordare per il Cero Patrono, con San Giorgio che gli è stato spesso attaccato in tutto il percorso cittadino. A limitare i danni per i Santubaldari, l’ottima ascesa al monte, terminata alle 19.55 con la chiusura della porta della Basilica e lo scavijamento del Cero, lasciando fuori gli altri due Ceri come da tradizione.

C’è da dire che la Corsa dei Ceri è spesso decisa dagli episodi e a San Giorgio, oltre all’abilità dei ceraioli, quest’anno non è mancato quel pizzico di fortuna che fa la differenza tra una caduta rovinosa e un salvataggio miracoloso. E’ proprio ciò che è successo al Cero guerriero sul corso nel tratto della muta di Barbi.

Buona anche la corsa del Cero di Sant’Antonio, in particolar modo in città.

Va in archivio così la Festa dei Ceri 2017, dopo un’Alzata spettacolare e tre girate perfette, caratterizzata meteorologicamente da una pioggia battente che ha disturbato la sempre emozionante fase della “Mostra”, per tutta la sua durata, dalle 13.00 alle 17.00, salvaguardando per fortuna la corsa vera e propria che prende il via alle 18.00.

Ma per una festa che si tramanda da secoli ininterrottamente, che ha superato anche guerre e carestie, il meteo è sicuramente l’ultimo degli ostacoli che possa fermare un popolo estremamente orgoglioso delle proprie origini e tradizioni.

Per molti infatti è già iniziata la lunga attesa per il 15 maggio del prossimo anno.

You may also like